<
11806 - 1807: contro i Russi
Torna al quadro storico Torna al quadro storico
Il reggimento si sposta ulteriormente a Posen sulla Vistola, dove inizia a conoscere i rigori del clima, le privazioni e lo stato disastroso delle strade che sono vere piste sabbia e fango. Un triste presagio della futura esperienza russa. La sosta a Varsavia del 3 dicembre non serve a illudere i soldati sul futuro della guerra: un ulteriore spostamento ad est li porta a combattere nei pressi di Pultusk e Golymin dove alle sofferenze dei combattimenti si aggiungono la scarsita dei viveri e la rigidita del clima, il disagio della marcia , con 4 chilometri percorsi in 5 ore e le continue scorrerie dei cosacchi che operano nel loro ambiente naturale.  I soldati si accantonano in quattro poveri villaggi a quattordici chilometri da Pultusk. Nel frattempo il grosso dell'armata prende contatto con il nemico l'8 febbraio nei pressi del villaggio di Preussich-Eylau, dove si svolge, con alterne vicende, una delle battaglie piu incerte e sanguinose dell'epoca: in quella tormenta di neve e piombo l’Armata perde non meno di diecimila uomini. Il 111° non puo parteciparvi perche isolato ad una distanza di 60 chilometri, ma viene attaccato il 12 febbraio da un forte contingente russo nei pressi del villaggio di Mieszyniec e dopo un duro combattimento riesce a disimpegnarsi facendo arretrare il nemico. Si riunisce quindi al resto dell'esercito nei pressi di Ostrolenka e rientra nei quartieri d'inverno dove rimane fino al maggio 1807. Il numero degli effettivi e ora fortemente diminuito per perdite dovute più all'indigenza e alle malattie che ai combattimenti. Il 14 giugno, giorno dell’anniversario di Marengo, si svolge la battaglia di Friedland dove l’esercito Russo subisce una grave sconfitta seguita poi dal trattato di pace di Tilsit: solo due compagnie del III° battaglione del 111° vi partecipano. In seguito il reggimento si accantona prima a Varsavia e poi a Schwerin. Gli effettivi, integrati dai complementi arrivati dopo lunghissime marce attraverso l'Europa, ora contano 62 ufficiali e 2270 tra sottufficiali e soldati I principali avvenimenti del 1808 sono la campagna di Spagna e il congresso di Erfurt tra Napoleone e Alessandro I di Russia. Il 111° partecipa alla campagna di Spagna in modo "anomalo", nel senso che, mentre il grosso della truppa continua a stazionare in Polonia, spostando periodicamente gli accantonamenti, viene formato un IV° battaglione con 700 reclute provenienti dai dipartimenti del Taro e del Po. Il battaglione è inquadrato all’interno del corpo d’armata del maresciallo Moncey, nel 6° reggimento provvisorio, brigata Lefranc, IIa divisione Gobert. E’ inviato verso Vittoria e poi verso Madrid, dove il famoso "dos de majo" partecipa agli scontri con la popolazione alla porta S.Bernardino, teatro di uno dei combattimenti piu cruenti di quella sommossa. E’ quindi incorporato nel 116° reggimento di linea, di nuova formazione, ed in questo nuovo reggimento combatte per tutta la campagna della penisola iberica.
11808: Spagna e Polonia
111.me Régiment Infanterie de Ligne
www.111emedeligne.it - Tutti i diritti riservati - ver. 1.0 - 2.11.2018
Home Chi siamo Link Eventi Galleria Contatti